drammaturgia.it
Home | Cinema | Teatro | Opera e concerti | Danza | Arte | Racconti e... | Televisione | Libri | Riviste
Punto sul vivo | Segnal@zioni | Saggi | Profili-interviste | Link | Contatti
cerca in vai

Pokot
Una mujer fantástica


(La redazione)
  Pokot, Una mujer fantástica
Data di pubblicazione su web 12/02/2017  

Pokot (Spoor)

Janina Duszejko è un ingegnere civile in pensione. Vive una vita appartata in un villaggio di montagna vicino al confine tra Polonia e Repubblica Ceca. È una donna carismatica ed eccentrica, un’appassionata astrologa e una rigorosa vegetariana. Un giorno i suoi amati cani spariscono. Poco tempo dopo, in una notte piena di neve, scopre il cadavere del suo vicino e, accanto, le tracce di un cervo. In seguito saranno ritrovati i corpi anche di molti altri uomini, morti in circostanze simili e misteriose. Erano tutti pilastri della comunità di quel villaggio di montagna, e tutti erano appassionati cacciatori. Sono stati forse uccisi dagli animali selvaggi che popolano quelle montagne? O sono stati il bersaglio di una sanguinosa vendetta? La polizia indaga e la stessa Janina finirà per diventare la sospettata numero uno.

Dopo la sua incursione nelle serie televisive, Agnieszka Holland ritorna al grande schermo con un thriller sovversivo. Pokot è ambientato in un paesaggio la cui selvaggia bellezza non può nascondere la natura corrotta, la crudeltà e la stupidità della gente che vi abita. Profondamente radicato nella realtà della campagna polacca, il film mescola audacemente generi diversi, dal poliziesco all’eco-thriller fino al racconto femminista.

Proiezioni:

Domenica 12 febbraio, ore 16.00, Berlinale Palast

Lunedì 13 febbraio, ore 09.30, Friedrichstadt-Palast

Lunedì 13 febbraio, ore 12.00, Haus der Berliner Festspiele

Martedì 14 Febbraio, ore 12.15, Zoo Palast 1

Domenica 19 Febbraio, ore 21.30, Haus der Berliner Festspiele


Una scena di Pokot
Una scena di Pokot

Una mujer fantástica (A Fantastic Woman)

Marina e Orlando sono innamorati e progettano di trascorrere la loro vita insieme. Lei lavora come cameriera e adora cantare. Lui, di venti anni più vecchio, ha mollato la famiglia. Una notte, ritornati a casa dopo aver festeggiato con grande esuberanza il compleanno di Marina in un ristorante, Orlando è colto improvvisamente da pallore mortale e non sembra più reagire agli stimoli. In ospedale i medici non possono fare altro che confermare la sua morte. Gli eventi paiono ora susseguirsi in modo rapido e fitto: Marina si ritrova di fronte agli sgradevoli interrogatori di una ispettrice di polizia, mentre la famiglia dell’uomo scomparso non le mostra altro che rabbia e sfiducia. La moglie di Orlando infatti esclude Marina dai funerali e le ordina anche di lasciare quanto prima l’appartamento in cui vivevano, che almeno sulla carta apparteneva ad Orlando. Del resto la famiglia dell’uomo si sente minacciata dalla identità sessuale della giovane che scopriamo essere un transgender. Marina, con la stessa energia con cui in passato ha combattuto per il suo diritto a vivere come donna, rivendica, a testa alta, il suo diritto al dolore. 

Anche se l’ambiente che le sta intorno cospira contro di lei, il film sembra schierarsi dalla parte di Marina, consegnandoci uno straordinario personaggio femminile dotato di grande forza.

Proiezioni:

Domenica 12 Febbraio, ore 22.00, Berlinale Palast

Lunedì 13 Febbraio, ore 12.30, Zoo Palast 1

Lunedì 13 Febbraio, ore 15.00, Friedrichstadt-Palast

Lunedì 13 Febbraio, ore 21.30, Odeon Berlinale Goes Kiez

Lunedì 13 Febbraio, ore 22.30, International

Domenica 19 Febbraio, ore 19.00, Berlinale Palast


Una scena di Una mujer fantástica
Una scena di Una mujer fantástica



Berlinale 2017
(12/02)

Pokot
cast cast & credits
 
Una mujer fantástica
cast cast & credits
 



 
Firenze University Press
+39 0552743051 - fax +39 0552743058
Borgo Albizi, 28 - 50122 Firenze

web:  http://www.fupress.com
email:info@fupress.com
© Firenze University Press 2013